DIVISIONE DI CHIMICA DEGLI ALIMENTI E DELLE ACQUE 

La globalizzazione dei mercati, e gli scandali che in modo ricorrente investono il comparto agroalimentare anche a livello internazionale, hanno portato i consumatori a porre sempre 
maggior attenzione a tutto ciò che arriva sulle loro tavole: ricercano la sicurezza, la qualità e l’igiene del prodotto, sono attenti ai valori nutrizionali, alla provenienza geografica, alla presenza di additivi e allergeni e prediligono prodotti con un basso impatto ambientale, pertanto SIALAB è attenta alla salvaguardia della salute umana e animale attraverso l’utilizzo di strumentazioni all’avanguardia e di personale con l’adeguata competenza tecnica. 
Norme legislative cogenti, cer tificazioni volontarie, disciplinari di produzione e capitolati
di fornitura rendono oggi sempre più necessario un controllo sistematico di materie pri-
me e prodotti finiti. La necessità di sviluppare nuovi prodotti o valutare l’impatto di  eventuali trattamenti su prodotti già consolidati richiedono l ’inter vento di strutture sempre più specializzate.

All’interno di queste necessità si colloca in particolare l’operato della Divisione di Chimica degli Alimenti che ingloba anche quello agronomico che con i suoi Settori è in grado di affiancare, sia da un punto di vista tecnico che analitico, le Aziende di produzione, le
Industrie di trasformazione e il mondo della Distribuzione lungo tutta la filiera, dalla terra alla tavola, con la possibilità di operare su una vasta serie di matrici sia nel settore alimentare che zootecnico. 

In particolare i Settori si occupano di analisi sulle matrici: 
vegetali (ortofrutta) e derivati (succhi, nettari, conser ve, ecc); cereali e derivati, carni e 
prodotti carnei; pesce e prodotti ittici; prodotti da forno; uova e ovo prodotti; latte e derivati; oli; vini e bevande spiritose; spezie, aromi, erbe aromatiche, caffè, ecc.; alimenti  surgelati; alimenti per l'infanzia; integratori; mangimi (materie prime e prodotti finiti), acque potabili.

Tipologie di prodotti sulle quali viene operata la ricerca di : 


-   Residui di fitofarmaci ( 875 principi attivi ricercati);

-   Residui di farmaci ad uso veterinario con tecniche sia strumentali sia di screening Elisa;

-   Tracce di contaminazioni di tossine naturali quali le micotossine ed in particolare:

-   Aflatossine B, G ed M, Ocratossina A, Zearalenone, Tricoteceni, Fumonisine, Patulina in LC/MS con metodo multiresiduo;
-   Metalli pesanti in tracce con ICP/MS;

-   Acrilammide;

-   Microinquinanti organici (PCB e Diossine);

-   IPA e oli minerali;

-   Additivi: conser vanti, antiossidanti e coloranti ar tificiali.


Analisi nutrizionali in conformità ai Regolamenti Europei ed Extracomunitari ( USA ) che
includono oltre ai classici parametri quali proteine, grassi, energia, sali minerali, fibra alimentare, zuccheri e vitamine, approfondimenti relativi alla valutazione della frazione grassa, con eventuale ricerca anche di grassi trans ed aminoacidi. 


Analisi Chimica degli Oli d’oliva
L’analisi standard (acidità, numero di perossidi e spettrofotometriche in U.V.) fornisce informazioni sulla qualità dell'olio, ma non sull’eventuale aggiunta di oli ricavati da altre  specie oleose (genuinità). A tale scopo sono state approvate a livello comunitario numerose determinazioni tra cui l’analisi della composizione quali e quantitativa degli acidi grassi e della frazione sterolica Dal 1º marzo 2014 nell'Unione Europea si utilizzano nuovi indicatori di qualità per gli oli extravergini di oliva: con l'entrata in vigore del Regolamento UE n. 1348 del 17 dicembre 2013, diventa obbligatorio analizzare gli esteri etilici come parametro di qualità. Il limite massimo nella fase iniziale sarà di 40 mg/kg, ma scenderà progressivamente sino ai 30 mg/kg per le campagne successive al 2015. La nuova normativa è fondata sui risultati delle ultime ricerche scientifiche che hanno evidenziato il rischio di falsi positivi causati dagli esteri metilici, soprattutto in oli particolarmente ricchi di polifenoli. 

ACQUE POTABILI
Possiamo analizzare l’acqua potabile per la verifica di conformità ai limiti previsti dal D. Lgs. 31/01; possiamo analizzare gli scarichi idrici sia di tipo civile che di tipo industriale per la verifica del rispetto dei valori limite normativi sia in caso di scarico in fognatura che in corsi d’acqua superficiale che in caso di scarico al suolo. 
Possiamo effettuare campionamento ed analisi acque sotterranee, di pozzo e di falda con
prelievi fino ad oltre 50 metri di profondità per la ricerca di inquinanti e microinquinanti chimici e microbiologici.

Inoltre, supportiamo le aziende anche effettuando analisi di acque di processo per la
verifica del rispetto dei requisiti di qualità necessari per le attività richieste. Le analisi
sono rivolte sia alle aziende che forniscono acqua a terzi, sia ai privati che volessero
accertarsi della qualità dell’acqua utilizzata in casa o l’efficienza di un impianto di trattamento. 


Consistono in:
Campionamenti con tecnici qualificati. Predisposizione piani e programmi di campionamento.
Controllo e gestione impianti di trattamento. Analisi chimiche e microbiologiche. 


ANALISI TERRENI AD USO AGRONOMICO
A completamento dei ser vizi offerti  agli operatori della produzione agricola

SIALAB S.r.l. ha organizzato settore specifico per tutte le analisi agronomiche, in particolare: analisi dei suoli per la determinazione di macro e micro elementi; analisi fogliari per la determinazione di macro e micro elementi; analisi chimiche di fertilizzanti/ ammendanti/compost.